Autore: Elisa Marasca

Elisa Marasca è giornalista professionista e consulente di comunicazione. Laureata in Lettere Moderne all’Università di Pisa, ha conseguito il diploma post lauream presso la Scuola di Giornalismo Massimo Baldini dell’Università Luiss e ha poi ottenuto la laurea magistrale in Storia dell’arte presso l’Università di Urbino. Nel suo percorso di giornalista si è occupata prevalentemente di temi ambientali, sociali, artistici e di innovazione tecnologica. Da sempre interessata al mondo della comunicazione digital, ha lavorato anche come addetta stampa e social media manager di organizzazioni pubbliche e private nazionali e internazionali, soprattutto in ambito culturale.

Un cambiamento sostenibile è possibile, conoscendo il sistema

Ogni nostra scelta produce un impatto, non solo sull’ambiente ma anche sulle persone. E ognuno di noi, nel suo piccolo, può dare un contributo. Da questa consapevolezza è partita Ada Rosa Balzan, esperta e docente di tematiche di sostenibilità al Master Transizione Ecologica, Ambiente e Sostenibilità, CEO di ARB, e Responsabile Nazionale sostenibilità Federturismo Confindustria, quando ha deciso...

Continua a leggere

Gioventù rubata

Durante la pandemia degli ultimi due anni, si è detto più volte che i giovani sono stati i grandi dimenticati. A loro, per esempio, è stato chiesto di rinunciare a tutto ciò di cui un’adolescenza sana avrebbe bisogno: incontri, amicizie, amori, errori, tentativi, contatti. È lunga la lista di esperienze negate che hanno dovuto mettere in pausa indefinitamente, in una fase di vita decisiva per...

Continua a leggere

Si può essere un’impresa virtuosa senza essere azienda benefit?

Alle aziende è sempre più richiesto di dimostrare che è possibile generare profitti operando in modo sostenibile in campo ambientale, sociale e umano. Questo è anche uno degli obiettivi emersi in occasione della Conferenza delle Nazioni unite sul clima (Cop27) che si è tenuta di recente in Egitto. Il messaggio è stato chiaro: basta ambientalismo di facciata e strategie di green marketing o di green...

Continua a leggere

L’impatto zero non esiste

“Sostenibilità” è una parola che si sente spesso, ma non sempre si comprende la reale entità del significato. Capire il funzionamento degli ecosistemi e trovare il punto di equilibrio tra noi e l’ambiente, ora e in futuro, senza rinunciare al benessere materiale che la nostra specie ha imparato a creare non è semplice. Il raggiungimento del Net-Zero, per esempio, ossia l’azzeramento delle emissioni,...

Continua a leggere

Gioventù senza futuro: perché è (anche) un problema delle aziende

Durante la pandemia degli ultimi due anni, si è detto più volte che i giovani sono stati i grandi dimenticati. A loro, per esempio, è stato chiesto di rinunciare a tutto ciò di cui un’adolescenza sana avrebbe bisogno: tra chiusure, restrizioni, didattica a distanza e distanziamento sociale, i ragazzi sono stati privati di incontri, amicizie, amori, errori, tentativi, contatti. È lunga la lista di...

Continua a leggere

sostenibilità

Sviluppare una cultura aziendale per la salvaguardia dell’ambiente

Sto Italia produce sistemi di isolamento termico per facciate: per l’azienda sviluppare una cultura volta a creare competenze sulla sostenibilità, legate non solo all’ufficio ma anche alla vita quotidiana e alla famiglia, è diventata una priorità. Da agosto 2022, infatti, il personale ottiene una formazione “green”, in collaborazione con il network di informazione LifeGate. “Viviamo un periodo storico...

Continua a leggere

La killer question della selezione: quali finestre hai aperto nel browser?

Il talento è una questione di intelligenza o di personalità? Perché alcuni individui particolarmente dotati riescono a emergere e altri no? Come valorizzare le potenzialità delle minoranze? Quanto conta il contesto in cui agiamo? Queste sono solo una piccolissima parte delle domande che si sono posti l’economista Tyler Cowen e l’imprenditore Daniel Gross (attivo nel venture capital e nel mondo startup)...

Continua a leggere

Parlare chiaro in azienda

Apparentemente l’atto di “comunicare” potrebbe sembrare semplice, ma non lo è affatto. Soprattutto nel business. E gli errori di comunicazione costano: collaboratori demotivati e incompresi che abbandonano il posto di lavoro in cerca di un clima aziendale più adatto a loro, manager che non si sentono sufficientemente riconosciuti nel loro ruolo e perdono la motivazione, clienti che decidono...

Continua a leggere

Pier Luigi Celli: “Vi racconto il ruvido manager Tatò”

 Olivetti, Mondadori, Fininvest e Enel: il percorso professionale di Franco Tatò, morto il 3 novembre 2022 all’età di 90 anni, va di pari passo con la storia dell’imprenditoria italiana. Nella sua carriera si fece la fama di “risanatore aziendale”, cioè di dirigente in grado di rimettere a posto i conti delle aziende in crisi, italiane ed estere, ma era solo uno dei suoi appellativi. Il periodo...

Continua a leggere

La trappola demografica che mette a rischio le imprese

Perché ci dovrebbe impensierire l’idea di essere 12 milioni in meno da qui a mezzo secolo? O la semplice constatazione che il numero dei nostri concittadini con più di 75 anni ha superato ormai da tempo quello dei minori di 12? Questo ‘allarme demografico’ risuona periodicamente, qualche volta anche forte, ma rischia di diventare una specie di rumore di fondo. Per dare qualche numero, è bene sapere...

Continua a leggere

Welfare aziendale, è ora di digitalizzarsi (per davvero)

Il mercato del lavoro sta cambiando rapidamente; e non è mai stato così alto, dal 2016, l’indice che misura la talent shortage, cioè la carenza di personale qualificato (soprattutto a livello tecnologico). Per il 40% circa delle imprese italiane è difficile trovare lavoratori con le qualifiche richieste e nel resto del mondo va anche peggio, perché tre su quattro denunciano questa problematicità....

Continua a leggere

Gummy Industries e il modello organizzativo senza capi

Da una tradizionale organizzazione gerarchica, alla costruzione di business unit indipendenti, chiamate “cucine”, ognuna delle quali ha sviluppato un servizio specifico e autogestito. È il percorso che ha intrapreso da due anni Gummy Industries, agenzia creativa digitale nata a Brescia che ha un team di circa 60 persone, sparse in Italia e nel mondo. “Il processo è ancora in divenire, ma abbiamo...

Continua a leggere

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano