Categoria: Scenari macroeconomici

Scenari macroeconomici

demografia

Cara vecchia Italia: vivere nella crisi demografica

L’Italia è entrata in crisi demografica tra la fine degli Anni 70 e la prima metà degli Anni 80, quando il numero medio di figli per donna è crollato da oltre due figli (la soglia che corrisponde all’equilibrio tra generazioni) a meno di 1,5. Siamo attualmente uno dei Paesi che da più lungo tempo si trovano su livelli così bassi. Le dinamiche recenti, in particolare dopo la Grande recessione del...

Continua a leggere

produttività

Per una nuova via della produttività in Italia

Immagino un mondo aziendale prossimo che corrisponda a un vero e proprio sogno. Ma che può comportare una visione da perseguire alla nostra portata. Anche se tale affermazione rispecchia un paradosso: la natura del sogno sembra ossimorica con la sua realizzabilità. Le cause che depongono per la ineludibilità di un cambiamento dell’assetto aziendale sono varie. Per esempio l’applicazione crescente...

Continua a leggere

Russia_Ucraina

La guerra cancella la globalizzazione, siamo tornati allo scontro Ovest-Est?

La guerra di aggressione russa in Ucraina svela definitivamente la frattura della globalizzazione (pur asimmetrica), che sembrava consolidata dopo la caduta del muro di Berlino del 1989. Gli equilibri economici e sociali guidati dal capitalismo neoliberista, che avrebbero dovuto orientare il mondo nel XXI secolo, sembrano anch’essi in frantumi con democrazie sotto attacco che necessitano di partecipazione...

Continua a leggere

Telemedicina

La difficile transizione digitale della Sanità

La pandemia ha accelerato i processi di digitalizzazione in molti settori: non fa eccezione quello della Sanità. Ma l’Healthcare italiano dimostra una certa difficoltà a raccogliere la sfida dell’innovazione tecnologica. A evidenziarlo è stato lo studio di Boston Consulting Group (Bcg), dal titolo Prossimità digitale, così partnership e dati cambiano l’Healthcare italiano, che ha messo in luce i...

Continua a leggere

Russia e Ucraina

Fare impresa nell’economia di guerra

La guerra tra Russia e Ucraina influisce direttamente sull’operatività quotidiana e sulle prospettive di crescita delle Piccole e medie imprese (PMI) italiane. Il convegno virtuale organizzato dalla casa editrice ESTE – editore anche del nostro quotidiano – dal titolo Fare e gestire imprese verso un’economia di guerra è stato l’occasione per guardare agli scenari futuri e per fare il punto su che...

Continua a leggere

Contrattazione collettiva

La contrattazione collettiva in Italia

A partire dagli Anni 90 – e in maniera più decisa, in seguito alla crisi economica e finanziaria del 2008 – il decentramento della contrattazione collettiva è stato promosso in Italia allo scopo di aiutare le aziende a competere in mercati sempre più complessi e globalizzati. Nell’agosto del 2011 fu addirittura la Banca centrale europea, in una lettera indirizzata all’allora Presidente del Consiglio...

Continua a leggere

Prevedere gli effetti del Pnrr sulle organizzazioni

Il Piano nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) non è soltanto un progetto per il rilancio dell’economia italiana post Covid, ma è ciò che ci serve per varare modelli economici e organizzativi più sostenibili dal punto di vista ambientale e sociale. Il Quaderno di Sviluppo&Organizzazione (da 50 anni la rivista di riferimento in Italia per il dialogo tra la scienza e la prassi dell’organizzazione),...

Continua a leggere

Gig economy

La via alternativa alla Gig economy

Lo spazio e il tempo sono categorie logiche, ma anche sociologiche. Mentre il primo è mutevole, il secondo, invece, è una convenzione e, dunque, non modificabile. Oggi, tutte le località sono facilmente raggiungibili con moderni e veloci mezzi di trasporto, pertanto lo spazio è diventato più piccolo; anzi si può dire che ha perso valore, come sottolineato dal sociologo Zygmund Bauman nel testo La...

Continua a leggere

Wto, la scommessa persa sulla Cina

L’11 dicembre 2001 la Cina faceva il suo ingresso nella World trade organization (Wto), l’Organizzazione mondiale del commercio. All’epoca l’Occidente aveva supposto, anche se con cautela, che l’apertura del mercato cinese avrebbe presto portato a una configurazione politica meno autoritaria e a una maggiore tutela dei diritti civili delle persone che abitano nel grande Paese asiatico.  Leggi...

Continua a leggere

ecommerce

Siamo vittime o carnefici delle piattaforme?

Su Amazon, di solito, siamo abituati a leggere tutto il male possibile. Numerose sono le accuse mosse al gigante del web che, è noto, negli ultimi anni ha visto crescere il suo business. Basti pensare che nel primo trimestre del 2021, come conseguenza della pandemia, i profitti sono più che triplicati, arrivando a 8,1 miliardi di dollari (circa 7 miliardi di euro). Gli utili per azione sono stati...

Continua a leggere

Il futuro delle politiche attive per il lavoro è più inclusivo

Il rafforzamento dei Centri per l’impiego (Cpi) è uno dei 102 obiettivi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) italiano. Se il Paese non raggiungesse questo scopo entro il 2025, perderebbe i fondi europei previsti, cioè 5 miliardi di euro. Il progetto cardine per rilanciare il servizio è Garanzia di occupabilità dei lavoratori (Gol), che in tre anni a partire dal 2022 dovrebbe far trovare...

Continua a leggere

Inflazione

I rincari preoccupano le aziende più del covid

Il giornale d’informazione The Economist ha individuato l’Italia come Paese dell’anno per il 2021. La scelta, ha specificato il settimanale, è stata dettata dal lavoro svolto dal Presidente del Consiglio Mario Draghi (il titolo non viene assegnato allo Stato che ‘sta meglio’, ma a quello che ha mostrato i miglioramenti maggiori in diversi ambiti). L’Italia sembra essersi destreggiata abilmente nella...

Continua a leggere

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano