Autore: Giorgia Pacino

Articolo a cura di

Giornalista professionista dal 2018, da 10 anni collabora con testate locali e nazionali, tra carta stampata, online e tivù. Ha scritto per il Giornale di Sicilia e la tivù locale Tgs, per Mediaset, CorCom - Corriere delle Comunicazioni e La Repubblica. Da marzo 2019 collabora con la casa editrice ESTE. Negli anni si è occupata di cronaca, cultura, economia, digitale e innovazione. Nata a Palermo, è laureata in Giurisprudenza. Ha frequentato il Master in Giornalismo politico-economico e informazione multimediale alla Business School de Il Sole 24 Ore e la Scuola superiore di Giornalismo “Massimo Baldini” all’Università Luiss Guido Carli.

Digitalizzare l’HR per ripensare le organizzazioni

Lavoratori italiani in cerca di motivazione. Durante la pandemia, la metà dei dipendenti ha sofferto l’impossibilità di ottenere nuove responsabilità e migliorare le proprie competenze sul lavoro. Colpa, in molti casi, dell’assenza di strumenti digitali che permettessero alle organizzazioni di mantenere una piena visibilità sui percorsi di carriera e di fare formazione online. È la lettura di Workday,...

Continua a leggere

Cisco e Noovle insieme, per aiutare la digitalizzazione

La nuova economia sarà cloud first. Con oltre 500 nuove applicazioni sviluppate ogni anno, il futuro della tecnologia non potrà che svilupparsi sul cloud. In quella che gli esperti chiamano già la “App economy” conterà soprattutto la velocità: modelli nuovi di sviluppo e di Operation, in sicurezza e su ambiente eterogeneo. Lo scenario sarà perciò multi cloud, ibrido e App centric. Lo ha compreso...

Continua a leggere

Felici di lavorare: in ufficio con il sorriso

Presentarsi al lavoro non basta, bisogna anche… sorridere. Negli uffici di Pechino riservati all’Information Technology, la multinazionale giapponese Canon ha introdotto un sistema di smiling face recognition che utilizza una scansione del viso al posto dei tradizionali badge per consentire l’accesso in ufficio o la prenotazione di una conference room ai suoi dipendenti. L’autorizzazione è concessa...

Continua a leggere

Il futuro del cloud è multi, ibrido e App centric

Nei prossimi anni l’App sarà al centro del modo di fare business. Gli esperti si aspettano circa 500mila nuove applicazioni ogni anno, che faranno girare gli affari di aziende e Pubbliche amministrazioni a ritmi sempre più veloci. Non più entità monolitiche, trasportate dai data center al cloud, ma soluzioni ricche, fatte di tante ‘micro-applicazioni’ e servizi differenti. In quella che gli esperti...

Continua a leggere

La (lenta) ripresa delle PMI

Le dimensioni più ridotte, ma anche le difficoltà di finanziamento, internazionalizzazione e innovazione unite a una maggiore esposizione nel settore dei servizi. Sono diverse le ragioni che hanno fatto delle Piccole e medie imprese (PMI) le realtà economiche che più hanno sofferto l’impatto della crisi pandemica. E, nonostante la ripresa, gli strascichi si fanno ancora sentire in tutta Europa,...

Continua a leggere

Crescere nella pandemia: il caso Mazda

Un insieme di innovazione di prodotto e visione del mercato. Si potrebbe sintetizzare così l’exploit della casa automobilistica Mazda, una delle poche a superare indenne – anzi in crescita – l’anno nero della pandemia. Nel 2020 circa 14,5 milioni di automobili nuove hanno riempito le strade degli Stati Uniti, contro una media di 17 milioni negli ultimi cinque anni. Se sono crollate le vendite di...

Continua a leggere

Saep School avvicina scuola e lavoro

Ridurre il gap tra le competenze dei ragazzi appena usciti dalla scuola e quelle richieste dal mercato del lavoro. È l’obiettivo del progetto “Saep School”, l’iniziativa ideata dalla software house Saep Informatica per incrementare le competenze tecniche e le soft skill dei più giovani, chiamati a confrontarsi con l’ingresso nel mondo del lavoro. La collaborazione tra la società e l’Istituto professionale...

Continua a leggere

Il diritto di chiedere il lavoro da casa

Non un vero e proprio diritto, ma quanto meno è un’opzione di default. Secondo un’indiscrezione del quotidiano inglese The Guardian, confermata da Downing Street, il Governo britannico è al lavoro su una legislazione ad hoc per rendere il lavoro da casa un’opzione generale, offrendo ai dipendenti il diritto di richiederne l’applicazione. Una taskforce sul lavoro flessibile è stata incaricata di...

Continua a leggere

Per l’innovazione 4.0 serve una visione di insieme

Per sfruttare davvero l’occasione del 4.0 occorre fare gioco di squadra. Le normative che si sono succedute sul fronte della trasformazione in senso digitale delle imprese – Piano Impresa 4.0 poi diventato Industria 4.0 e, da ultimo, Transizione 4.0 – hanno sempre avuto l’obiettivo di far compiere un passo in avanti al sistema produttivo italiano, spingendo nell’ottica di produzioni e processi interconnessi,...

Continua a leggere

I lavoratori si trovano cercandoli e offrendo giusti compensi

La colpa, per molti, è del reddito di cittadinanza. Da tempo su giornali e tivù si moltiplicano gli appelli di ristoratori, albergatori e associazioni di categoria, che lamentano l’assenza di giovani disposti a lavorare come camerieri, cuochi e baristi. La Fipe-Confcommercio riferisce di 150mila lavoratori che mancano all’appello nel Turismo e nella Ristorazione. Ora che sono riprese numerose attività,...

Continua a leggere

Estonia e Islanda, i paradisi (europei) degli smart worker

A bordo piscina, alle pendici di una montagna innevata o nella città più esotica del mondo. Il trend del work from anywhere, stimolato dalla diffusione del lavoro da remoto, esercita un appeal crescente, soprattutto sui più giovani. Eppure, anche vivere da nomadi digitali ha i suoi costi. Innanzitutto, fiscali. Il New York Times ha stilato una guida per i lettori che pianificano di lavorare all’estero...

Continua a leggere

Cambiare lavoro per non rinunciare allo Smart working

Cambiare (di nuovo) abitudini non è facile. Dopo il periodo iniziale di assestamento, la maggior parte dei dipendenti ha apprezzato il lavoro a distanza ereditato dai primi lockdown, tanto da considerare la diversa modalità operativa come la ‘nuova normalità’ nei rapporti di lavoro. Con l’avanzare della campagna di vaccinazione, i tentativi delle aziende di riportare le persone in ufficio si stanno...

Continua a leggere

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano