Categoria: Ambiente di lavoro

Ambiente di lavoro

Smart working, una conquista di libertà: gestire il cambiamento step by step

Per attuare lo Smart working nel modo più corretto, assicurandosi di dare origine a risvolti positivi e vantaggiosi anche per le organizzazioni, il passaggio chiave è partire dall’ascolto autentico. In questo articolo è riportata la voce di circa 50mila persone, campione delle indagini di Variazioni durante l’anno trascorso in Home working. Le persone che l’hanno sperimentato hanno conosciuto il...

Continua a leggere

Influencer e smart worker di tutto il mondo, unitevi

Il nome Mafalda De Simone può non dire nulla. Tiriamo in ballo, invece, Chiara Ferragni, Giulia De Lellis, Gianluca Vacchi, Paola Turani o Mariano Di Vaio: la storia cambia e l’argomento è presto svelato. Stiamo parlando degli influencer. Che, a quanto pare, vorrebbero un sindacato. O almeno lo vorrebbe Mafalda De Simone, che raccogliendo il pensiero di molti suoi colleghi con più o meno follower...

Continua a leggere

Head hunting nella Pa: l’obiettività applicata alle soft skill

I criteri di selezione del personale in una Pubblica amministrazione (Pa) non possono essere uguali a quelli adottati nelle aziende private. A raccontare come il percorso sia particolarmente difficoltoso è stata, durante l’evento Cacciatori di storie – Nuovi scenari per l’head hunting: l’intelligenza umana e l’algoritmo alla ricerca del profilo giusto promosso dalla casa editrice ESTE e dalla sua...

Continua a leggere

La convenienza (per le aziende) di lavorare da remoto

Lavorare da casa, soprattutto durante i mesi di lockdown, ha significato trascorre più tempo davanti al computer. Non è, però, solo il carico di attività ad aver cambiato l’approccio alla professione dei remote worker: sono diminuite le occasioni di promozione, si sono ridotti i giorni di malattia e in genere sono aumentati sopra la media i guadagni. Documentando il passaggio al lavoro da remoto...

Continua a leggere

Amazon e il sindacato che non s’ha da fare

Mentre in Italia si teneva il primo sciopero, negli Stati uniti si preparava la disfatta del primo tentativo di formazione organizzata dei lavoratori Amazon. I dipendenti dello stabilimento di Bessemer, in Alabama, hanno votato contro la formazione di un sindacato, pronunciandosi con 1.798 voti contro e soli 738 a favore. Era la prima volta che in una sede del colosso dell’ecommerce si teneva una...

Continua a leggere

Lo Smart working che fa (del) bene

Make-A-Wish non realizza semplicemente i desideri di bambini meno fortunati. Regala vita: non tutti sanno che ogni sogno regalato dall’organizzazione no profit a un bimbo malato è un ‘sogno strutturato’. E soprattutto, è un sogno lungo. Anzi, lunghissimo. Perché vivere un sogno allunga la vita: ci sono evidenze scientifiche secondo le quali i bambini durante i mesi del progetto, grazie all’entusiasmo...

Continua a leggere

Da recruiter a cacciatori di storie: la nuova selezione del personale

Non basta snocciolare le competenze né citare una dietro l’altra le esperienze lavorative. Cercare lavoro, oggi, spesso significa rimettersi al giudizio degli algoritmi che analizzano il percorso professionale; ma l’intelligenza umana resta, a conti fatti, lo strumento principe dell’head hunting. Perché sono parecchie le cose che restano fuori dal curriculum. Su tutte le numerose soft skill – competenze...

Continua a leggere

Nell’azienda multiculturale il recruiting coinvolge i top manager

ZTE, corporation nata a Shenzhen in Cina nel 1985, fornisce servizi per le telecomunicazioni con soluzioni innovative. Da 15 anni opera anche nel nostro Paese con la divisione ZTE Italia, e sua caratteristica è la fusione dell’impronta manageriale orientale e delle competenze della casa madre con la managerialità italiana. Anna Maria Testa, Corporate Culture and Talent Management, ha raccontato...

Continua a leggere

Dopo i vaccini, Londra dà l’esempio anche nelle riaperture

Il ritmo sostenuto della campagna di vaccinazione e l’allentamento delle restrizioni sugli spostamenti, decise dal Governo britannico di Boris Johnson, stanno avendo effetto anche sui programmi di riapertura di uffici e imprese in Gran Bretagna. Dopo che il suo CEO, David Solomon, aveva definito il lavoro da casa una “aberrazione”, Goldman Sachs si prepara a far rientrare nella sede di Londra centinaia...

Continua a leggere

La digitalizzazione dei processi per il futuro dello Smart working

La pandemia da Covid-19 ha stravolto, tra gli altri aspetti, anche il mondo del lavoro. Arket è un’azienda di software e consulenza per la digitalizzazione dei processi aziendali: più di 20 anni di esperienza alle spalle hanno fatto sì che non arrivasse impreparata all’emergenza e alla gestione dello Smart working. “Da sempre il nostro obiettivo è la semplificazione, da raggiungersi attraverso la...

Continua a leggere

Il Covid brucia posti di lavoro e gli italiani tornano migranti

Pur di lavorare gli italiani tornano al passato e si dicono disponibili a lasciare l’Italia. Meglio se virtualmente, lavorando cioè in Smart working per aziende con sede all’estero. Se nel 2014 la percentuale dei lavoratori disposta a trasferirsi fuori confine alla ricerca di opportunità di lavoro era ferma al 59% (dato sceso al 55% nel 2018), nel 2020, complice la pandemia da Covid-19, i numeri...

Continua a leggere

Lavorare liquido, oltre la retorica dello Smart working

Che lo Smart working non significhi solo ‘lavorare da casa’ lo si sta capendo gradualmente. A un anno esatto dall’inizio della pandemia – quando moltissimi italiani hanno cominciato a spostare dall’ufficio alla propria abitazione il luogo di lavoro – sono tanti ad aver intuito quanto poco smart sia in realtà questa modalità di lavorare. Che potrebbe potenzialmente essere “intelligente” e “furba”,...

Continua a leggere

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano