Innovazione

Citizen development, l’innovazione digitale sviluppata dalle persone

A distanza di due anni dall’inizio della pandemia, possiamo affermare con maggiore sicurezza quello che avevamo intuito da subito: il Covid ha completamente rivoluzionato il nostro modo di lavorare. Il lavoro agile è ormai entrato nelle nostre vite e difficilmente si tornerà indietro. ServiceNow, società di software che sviluppa piattaforme di cloud computing per aiutare le aziende a gestire i workflow digitali nelle operazioni aziendali, ha di recente condotto una ricerca che ha dimostrato come il 60% dei dipendenti preferisca lavorare da remoto.

La ricerca ha coinvolto ben 8.100 lavoratori e la quasi totalità ha dichiarato che questo cambiamento, inizialmente subìto, ha in realtà portato a un miglioramento delle proprie condizioni di lavoro e a un’importante accelerazione della digitalizzazione aziendale. Tuttavia, questa trasformazione va gestita nel modo giusto, perché non sia un boomerang, individuando figure aziendali nuove, che possano trainare l’innovazione. Per esempio il Citizen Developer.

A questo proposito, il 22 marzo 2022 ServiceNow organizza un webinar proprio per confrontarsi sull’importanza di promuovere in azienda figure dedicate all’innovazione, che conferma il fondamentale legame con l’HR e della Direzione del Personale con l’IT. Sono le Risorse Umane, infatti, a essere chiamate a gestire la transizione delle aziende, che non riguarda solo la tecnologia, ma coinvolge soprattutto le persone. Essere artefici e protagonisti del cambiamento, permette di governare la trasformazione anziché subirla, con benefici sulla retention, ma anche sull’engagement.

Democratizzare la creazione delle App

È in questo contesto che l’HR può divenire il volàno per lo sviluppo di quello che è stato definito come “Citizen development”, cioè la possibilità per tutti di creare applicazioni che siano utili sia per la vita aziendale sia per quella privata, realizzando anche programmi funzionali per i team di lavoro, magari per aumentarne l’experience e l’engagement.

Per ServiceNow si tratta di una vocazione propria dell’azienda sin dalla sua fondazione, visto il suo impegno nella direzione della democratizzazione delle pratiche low code, quelle, cioè, che consentono di creare applicazioni senza avere competenze da sviluppatori. Il Citizen developer, senza avere competenze specifiche, è quindi in grado di generare applicativi che rispondono a esigenze personali o lavorative e possono, contemporaneamente, semplificare il modo di lavorare (e la vita) dei colleghi.

L’innovativo programma di Citizen development consente, dunque, a qualunque professionista che operi in azienda di creare una propria applicazione utilizzando un’apposita piattaforma e inserendo le specifiche desiderate. Attraverso un adeguato training sull’utilizzo dello strumento e lo sviluppo delle App – con l’aiuto del dipartimento IT – è possibile conseguire un risultato ottimale, a beneficio del lavoro di tutti i colleghi. Per raggiungere questo risultato è importante, ovviamente, che tutta l’azienda abbia maturato un certo livello di digitalizzazione. Ma dopo l’esperienza Covid, dovremmo essere già tutti piuttosto convinti della necessità di essere più digitali.

digitalizzazione, innovazione, webinar, ServiceNow, Citizen development

Digital strategy

Nel mondo HR c’è spazio per il digital?

/
La richiesta alla base di questo articolo è stata sintetica ...
Organizzazione_HR

People Smart, la gestione del personale a misura di PMI

/
L’Italia è il Paese delle piccole e medie imprese (PMI): ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano