Stramilano_foto

Correre a favore di camera

Ho già raccontato la mia prima mezza maratona. Era il 2017 e avevo scelto la Stramilano – gara per eccellenza della mia città – per confrontarmi con i 21,097 chilometri. Ma non era certo la prima volta che vestivo il pettorale di quella competizione.

In occasione del prossimo trasloco, nella cantina dei miei genitori, in uno scatolone ormai dimenticato, è riemerso un ritaglio del Corriere della Sera datato 1996. Ricordo ancora quando mi misi a ritagliare il giornale, dopo che mio padre – entusiasta – aveva comprato almeno tre copie del quotidiano per distribuirle ai parenti. In prima pagina dell’edizione nazionale il Corsera aveva pubblicato la classica foto della partenza della Stramilano (quella dei ’50mila’) e nell’immagine, proprio in prima fila c’ero io, insieme con un amico di famiglia che aveva partecipato alla manifestazione. Mio padre – per la legge del contrappasso – era nascosto dal testone di un altro partecipante: ho sempre pensato fosse la giusta ‘punizione’ per avermi orientato la testa, in modo un po’ troppo brusco per i miei gusti, verso gli obbiettivi dei fotografi. E così, seppur grazie a lui, io ho il volto a favore di camera, mentre di mio padre si vede a malapena la fronte…

All’epoca non c’erano gli smartphone e quindi dovetti aspettare una settimana per portare, tutto orgoglioso, il ritaglio al mio amico – il figlio dell’amico di famiglia che correva con noi – che aveva saltato la Stramilano per prepararsi a una verifica di chissà quale materia. Mi fa sorridere che oggi, dopo il aver ritrovato il reperto storico, mia madre lo abbia fotografato e condiviso con me via WhatsApp con un clic. Con buona pace di quell’attesa che ha caratterizzato le generazioni che hanno preceduto quelle dei nativi digitali.

Nonostante siano passati tanti anni da quella Stramilano, ricordo che accennammo una corsa per appena 200-300 metri; dopo appena cinque minuti dalla partenza eravamo in un bar a fare colazione! Come vuoi correre dopo cappuccio e briosche? Fu quindi una lunga passeggiata per le vie di Milano, che ci consentì di vivere la manifestazione come una festa.

Sono quasi due settimane che sono fermo a causa del rispetto della quarantena fiduciaria. Ma confesso di non aver sofferto come in altre occasioni lo stop. Senza gare all’orizzonte – o quanto meno da voler correre – è difficile trovare la motivazione. Forse, ripensando a quel ritaglio di giornale potrei riscoprire la gioia di correre.

stramilano, correre


Dario Colombo

Articolo a cura di

Giornalista professionista e specialista della comunicazione, da novembre 2015 Dario Colombo è Caporedattore della casa editrice ESTE ed è responsabile dei contenuti delle testate giornalistiche del gruppo. Da luglio 2020 è Direttore Responsabile di Parole di Management, quotidiano di cultura d'impresa. Ha maturato importanti esperienze in diversi ambiti, legati in particolare ai temi della digitalizzazione, welfare aziendale e benessere organizzativo. Su questi temi ha all’attivo la moderazione di numerosi eventi – tavole rotonde e convegni – nei quali ha gestito la partecipazione di accademici, manager d’azienda e player di mercato. Ha iniziato a lavorare come giornalista durante gli ultimi anni di università presso un service editoriale che a tutt’oggi considera la sua ‘palestra giornalistica’. Dopo il praticantato giornalistico svolto nei quotidiani di Rcs, è stato redattore centrale presso il quotidiano online Lettera43.it. Tra le esperienze più recenti, ha lavorato nell’Ufficio stampa delle Ferrovie dello Stato italiane, collaborando per la rivista Le Frecce. È laureato in Scienze Sociali e Scienze della Comunicazione con Master in Marketing e Comunicazione digitale e dal 2011 è Giornalista professionista.

Dario Colombo


Draghi_runner

La corsa di Draghi

/
Ho sempre avuto un debole per chi pratica la corsa ...
time_management_corsa

Il tempo per pensare

/
Non abbiamo più tempo per pensare. Me lo ha ripetuto ...
scegliere_leader

L’ora dei leader disciplinati

/
Nell’ultima settimana la scomparsa di Diego Armando Maradona ha dominato ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano