Ghosn, un manager travolto da troppi interessi (anche suoi)

Tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020, l’attenzione dei media internazionali è stata catturata dalla vicenda di Carlos Ghosn, ex Amministratore Delegato dei gruppi automobilistici Renault e Nissan. Il manager, che si trovava in libertà vigilata a Tokyo dopo essere stato arrestato per illeciti finanziari, si è reso protagonista di una fuga degna di un film dal Giappone al Libano.

Ghosn era accusato di aver deliberatamente sottostimato i propri compensi nei report alle autorità di Borsa e di aver utilizzato beni aziendali a fini personali quando era ai vertici di Nissan. In altre parole, avrebbe deciso da solo come e quanto essere pagato. Sia nel caso di Renault (che è in parte dello Stato francese) sia in quello di Nissan, ci sarebbe stato inoltre un conflitto tra i suoi interessi e quelli pubblici. Ghosn però sostiene di essere vittima di un complotto.

In attesa di sapere come andrà a finire, la vicenda suscita alcune domande se si allarga lo sguardo al mondo aziendale: quanto è giusto che sia pagato un manager? E a chi risponde? Solo agli azionisti e al mercato finanziario? O anche ad altri portatori di interessi?

Certamente non è facile rispondere a queste domande. Ma si può cercare di riflettere sul ruolo dei manager nel contesto aziendale di oggi. Proponiamo quindi un ipotetico dialogo tra Francesco Varanini, Direttore di Persone&Conoscenze e un ipotetico formatore, consulente e studioso della materia, che hanno opinioni molto diverse sul tema.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO

 

carlos ghosn, manager, stipendi manager

Riciclo

Trasmettere la cultura della moda circolare

/
Sensibilizzare futuri fashion designer – e non solo – all’utilizzo ...
Un cambiamento sostenibile è possibile, conoscendo il sistema

Un cambiamento sostenibile è possibile, conoscendo il sistema

/
Ogni nostra scelta produce un impatto, non solo sull’ambiente ma ...
Palazzo Consiglio dell'Unione europea

Sostenibilità, i dubbi delle aziende sulla Direttiva dell’Ue

/
Più che chiarire, al momento sembra creare molte incognite. In ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano