imprese_giappone.jpeg

Il coronavirus riduce la fiducia delle imprese

Gli effetti della diffusione del coronavirus si fanno sentire anche sulla fiducia delle imprese. E non solo in Italia e in Europa. In Giappone, per esempio, un’indagine condotta dal Governo ha rilevato il business sentiment del Paese, riscontrando un sensibile calo delle aspettative tra i lavoratori.

Gli ultimi dati comunicati dall’Ufficio di Gabinetto si riferiscono al mese di febbraio 2020 e hanno coinvolto 2mila lavoratori, inclusi commessi dei negozi e tassisti, a cui è stata chiesta un’opinione sull’andamento dell’economia nipponica. L’indice di fiducia si è fermato a 27,4, giù di 14 punti e mezzo rispetto al mese di gennaio 2020. È il peggior calo mensile mai registrato dall’aprile del 2014, quando il Governo aveva annunciato un aumento dell’imposta sui consumi dell’8%.

Molti dei lavoratori intervistati hanno confermato che l’epidemia di Covid-19 sta avendo un impatto significativo sul loro business. L’impiegato di un centro commerciale nella prefettura meridionale di Okinawa ha raccontato di una riduzione senza precedenti del numero di clienti, sia tra i turisti stranieri sia tra i residenti locali. Un’agenzia pubblicitaria di Hokkaido, a Nord del Paese, ha dovuto cancellare molti degli eventi già commissionati dai clienti e, a quelli che si sono tenuti ugualmente, ha accolto un numero di gran lunga inferiore di visitatori.

L’Ufficio di Gabinetto ha ammesso che l’opinione dei lavoratori sull’economia del Paese sta rapidamente peggiorando. Dal Governo hanno sottolineato che la data in cui cesserà l’epidemia resta incerta e ciò sta alimentando una preoccupazione crescente sul futuro dell’economia giapponese.

Fonte: NHK World Japan

giappone, coronavirus, aspettative dei lavoratori, business sentiment


Avatar

Giorgia Pacino

Articolo a cura di

Giornalista professionista dal 2018, da 10 anni collabora con testate locali e nazionali, tra carta stampata, online e tivù. Ha scritto per il Giornale di Sicilia e la tivù locale Tgs, per Mediaset, CorCom - Corriere delle Comunicazioni e La Repubblica. Da marzo 2019 collabora con la casa editrice ESTE. Negli anni si è occupata di cronaca, cultura, economia, digitale e innovazione. Nata a Palermo, è laureata in Giurisprudenza. Ha frequentato il Master in Giornalismo politico-economico e informazione multimediale alla Business School de Il Sole 24 Ore e la Scuola superiore di Giornalismo “Massimo Baldini” all’Università Luiss Guido Carli.

Conflitto

Caro collega, ma quanto mi stressi?

/
I conflitti sul posto di lavoro non rappresentano semplicemente un ...
Welfare

Il welfare come leva di ingaggio nell’era delle crisi

/
Nonostante le sempre maggiori difficoltà a trattenere i talenti, la ...
Competenze

Alla larga dai profili troppo qualificati

/
Più i lavoratori fanno carriera e più si riducono le ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano