La Generazione Z sfata il mito dello Smart working

A proposito di futuro, non sono né i Millennial né la Generazione X a volere tornare in presenza. A voler recuperare i rapporti da scrivania a scrivania sono i giovani, quella Generazione Z che, attrezzata con bagagli digitali e competenze da fare invidia, sa molto bene quali siano le opportunità delle relazioni virtuali, ma che allo stesso tempo ne conosce i limiti e le insidie.

Tiziana Rosato, People & Organization Officer di Missoni, ha raccolto le testimonianze sia in casa (grazie al figlio 24enne e ai suoi amici, alle prime esperienze di lavoro) sia in azienda: il racconto è stato fatto durante l’evento online Lavorare liquido – Oltre lo Smart working (evento di cui Parole di Management è stato Media Partner) organizzato il 25 marzo 2021 dalla casa editrice ESTE e che ha ospitato la testimonianza di alcuni responsabili del Personale.

Ma non è solo la Generazione Z a fare riflettere. Secondo Rosato, un altro episodio è occasione di discussione: con un nuovo Amministratore Delegato (Livio Proli) e una nuova sede in fase di allestimento in centro a Milano, Missoni ha chiesto la consulenza a uno studio di architettura che ha prospettato una presenza in sede del solo 40% dei dipendenti contemporaneamente. “Su cosa si basa questa proiezione? Se il futuro è andare in ufficio solo per le riunioni, questo impatterà sulla scelta degli spazi”, ipotizza Rosato. Che, tuttavia, ci tiene a sottolineare la contingenza: “Siamo in un contesto di emergenza. E questa non è la normalità”.

Smart working, spazi di lavoro, ufficio, Generazione Z


Sara Polotti

Sara Polotti è giornalista pubblicista dal 2016, ma scrive dal 2010, quando durante gli anni dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (facoltà di Lettere e Filosofia) recensiva mostre ed eventi artistici per piccole testate online. Negli anni si è dedicata alla critica teatrale e fotografica, arrivando poi a occuparsi di contenuti differenti per testate online e cartacee. Legge moltissimo, ama le serie tivù ed è fervente sostenitrice dei diritti civili, dell’uguaglianza e della rappresentazione inclusiva, oltre che dell’ecosostenibilità.

Dopo i vaccini, Londra dà l'esempio anche nelle riaperture

Dopo i vaccini, Londra dà l’esempio anche nelle riaperture

/
Il ritmo sostenuto della campagna di vaccinazione e l’allentamento delle ...
La digitalizzazione dei processi per il futuro dello Smart working

La digitalizzazione dei processi per il futuro dello Smart working

/
La pandemia da Covid-19 ha stravolto, tra gli altri aspetti, ...
Il Covid brucia posti di lavoro e gli italiani tornano migranti

Il Covid brucia posti di lavoro e gli italiani tornano migranti

/
Pur di lavorare gli italiani tornano al passato e si ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano