L’evoluzione della cultura aziendale attraverso il lavoro agile

Il lavoro agile non consiste semplicemente in uno spostamento altrove del luogo della prestazione rispetto all’ufficio tradizionale. Si tratta piuttosto di un nuovo paradigma organizzativo con una nuova visione del mondo del lavoro e della cultura aziendale.

È questo il concetto alla base del lancio di N-Power, il nuovo patto che ManpowerGroup ha elaborato per il lavoro agile. Questo patto, destinato a crescere ed evolvere nel tempo, dà forma ai programmi di lavoro agile in Manpower e attribuisce valore positivo alla socializzazione tra le persone, alimenta le connessioni collaborative e valorizza il comportamento della leadership aziendale con lo scopo di mantenere alti l’engagement, la motivazione, il senso di identità e appartenenza e l’adesione ai valori aziendali.

“ManpowerGroup riconosce il lavoro agile come una modalità organizzativa utile a determinare un nuovo modello di relazione tra azienda e lavoratore”, spiega Riccardo Barberis, Amministratore Delegato di ManpowerGroup Italia.

Il termine “N-Power” (acronimo di New pattern of work and employment relationship) ha un’apposita assonanza sia con l’inglese “empower” (potenziare, dare energia) sia con il nome stesso di Manpower.

Sostenibilità, pari opportunità e inclusione

Nel programma è prevista un’alternanza tra lavoro da casa e lavoro da ufficio, che prevede un kit introduttivo e una ‘cassetta degli attrezzi’ comportamentali e tecnologici. Vengono inoltre potenziate le aree destinate al lavoro collaborativo in presenza, assicurando il rispetto delle norme. Le postazioni di lavoro all’interno degli uffici sono interamente prenotabili tramite App e igienizzate quotidianamente.

I tre obiettivi principali di N-Power sono sostenibilità, pari opportunità e inclusione. N-Power si mantiene infatti nel costante rispetto della Diversity&Inclusion garantendo pari opportunità salariali e di carriera a tutte le persone che operano in regime di lavoro agile. Nel programma è stata anche riservata una quota di lavoro alle categorie più fragili.

N-Power parte dalla constatazione che il mondo sta cambiando velocemente: i bisogni delle persone e il loro contributo nel lavoro si trasformano anche in base alle diverse generazioni. Su questo presupposto è stato costruito il nuovo patto che comprende il concetto di ‘working from anywhere’ e sposta il focus dal task al risultato, dal controllo alla fiducia, richiedendo capacità manageriali più forti al singolo individuo e maggiori capacità di delega ai leader.

In questo nuovo paradigma del lavoro e della relazione con le persone, l’employee diventa manager, che a sua volta diventa leader: ciò concorre a ricreare la vision aziendale partendo dall’idea che l’impresa è fatta innanzitutto dalle persone.

“La velocità del cambiamento sociale ed economico di questi mesi non deve essere un freno, ma la spinta per accelerare e continuare a essere protagonisti nella rivoluzione del lavoro. Non è un punto di arrivo, ma un grande incrocio che ci apre una nuova strada”, conclude Barberis. “Insieme sceglieremo il percorso migliore”.

lavoro agile, Manpower Group, N-power


Gabriele Perrone

Gabriele Perrone, giornalista professionista con oltre 10 anni di esperienza, è redattore della casa editrice ESTE. Nel corso della sua carriera ha lavorato per importanti gruppi editoriali, dove ha maturato competenze sia in ambito redazionale sia nelle pubbliche relazioni. Negli anni si è occupato di economia, politica internazionale, innovazione tecnologica, management e cultura d'impresa su riviste cartacee e giornali online. Ha presentato eventi e ha moderato tavole rotonde con protagonisti manager di aziende di fronte a professionisti di vari settori in location di alto livello. Tra le sue esperienze lavorative precedenti, ci sono quelle al quotidiano online Lettera43.it e in LC Publishing Group, oltre a numerose collaborazioni con testate italiane e straniere, da Pambianco all'Independent. Laureato in Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Milano, ha conseguito un postgraduate diploma alla London School of Journalism.

Andrea Valota è General Manager de La Piadineria

Andrea Valota è General Manager de La Piadineria

/
Andrea Valota diventa General Manager di Gruppo La Piadineria, affiancando ...
Il lean thinking a misura di PMI

Il lean thinking a misura di PMI

/
Liberarsi degli eccessi per lavorare meglio. È questa la base ...
Cambio al vertice di Burger King Restaurants Italia

Cambio al vertice di Burger King Restaurants Italia

/
QSRP Group annuncia la nomina di Alessandro Lazzaroni a General ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

2019 © ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano