Negoziare è un fatto di interazione umana

La pandemia di Coronavirus non è paragonabile a nessun’altra crisi recente: ci sono stati e ci saranno cambiamenti fondamentali a livello economico, sanitario e sociale.

In particolare, è dovuta mutare l’interazione umana, fondamentale nei rapporti sociali e non solo. La scienza della negoziazione è un processo di apprendimento basato proprio sull’interazione umana, adatta ad affrontare l’innovazione in condizioni di incertezza e complessità.

Un aiuto fondamentale per affrontare il futuro anche secondo Rachele Gabellini e Angelo Monoriti, gli autori di NegoziAzione – Il manuale dell’interazione umana. Il presupposto del libro è che interagire con successo tra gli esseri umani è difficilissimo. Ci sono molte persone che ancora pensano che l’interazione non richieda alcuna preparazione, che basti incontrarsi e improvvisare. L’interazione umana ha che fare con la negoziazione, e negoziare è una scienza, non si può improvvisare.

Dai rapporti famigliari alla più complessa strategia di joint venture, dalla condivisione delle più semplici clausole di un contratto alla risoluzione delle controversie internazionali più intricate, dalla gestione di una campagna politica alla gestione delle risorse umane, fino all’organizzazione di attività convegni ed eventi, tutto è negoziazione. Questo manuale fa scoprire che la negoziazione non è un semplice compromesso o una trattativa (che ha a oggetto il denaro o altri beni materiali), né una mera transazione (in cui le parti meccanicamente rinunciano a qualcosa in maniera reciproca). È qualcosa di molto più complesso, che non si basa né sulla forza né sulle regole (come il diritto), piuttosto sugli esseri umani.

Negoziazione e comunicazione persuasiva per risolvere qualsiasi criticità

La negoziazione è in effetti una forma di comunicazione strategica ad alto impatto emotivo che ha essenzialmente a che fare con l’interazione umana. Ha una precisa unità di misura (gli interessi) e un metodo scientifico. E il suo obiettivo? Non certo quello di dimostrare chi è più forte – in termini di potere – o chi ha ragione – in termini di diritto – ma quello di identificare e comporre gli interessi delle parti attraverso una strategia basata sull’uso della ragione e sulla gestione dell’emotività.

Per risolvere conflitti attraverso la negoziazione non è quindi sufficiente conoscere le regole dettate dallo Stato per attivare una negoziazione assistita o una mediazione. Occorre una specifica preparazione in modo da poter disporre, una volta seduti al tavolo, della conoscenza scientifica indispensabile per poter negoziare efficacemente. Peraltro, lo studio della scienza della negoziazione è un passo fondamentale per tutti; per chiunque (in politica, in economia e negli altri ambiti sociali) voglia efficacemente preparare e affrontare un processo di comunicazione persuasiva con altri esseri umani. Si tratta, dunque, di un’opportunità inestimabile per la società moderna a cui tutti possono e hanno il dovere di ricorrere; un’occasione per progredire e per risolvere i conflitti perseguendo il benessere e massimizzando il valore per sé e, al contempo, per la collettività.

Il libro mette a sistema le più accreditate teorie che danno fondamento alla scienza della negoziazione, teorie che costituiscono oggi il bagaglio indispensabile per un negoziatore moderno ed efficace. E così, muovendo da una disamina di base del concetto di conflitto, gli autori ricostruiscono i principi generali della materia e forniscono gli strumenti pratici ed utili per affrontare efficacemente le varie fasi di una negoziazione. Potremo così abbandonare alcuni pregiudizi ai quali siamo tutti segretamente affezionati.

negoziazione, interazione umana, Rachele Gabellini, Angelo Monoriti, comunicazione persuasiva, risoluzione conflitti


Elisa Marasca

Elisa Marasca

Elisa Marasca è giornalista professionista e consulente di comunicazione. Laureata in Lettere Moderne all’Università di Pisa, ha conseguito il diploma post lauream presso la Scuola di Giornalismo Massimo Baldini dell’Università Luiss e ha poi ottenuto la laurea magistrale in Storia dell’arte presso l’Università di Urbino. Nel suo percorso di giornalista si è occupata prevalentemente di temi ambientali, sociali, artistici e di innovazione tecnologica. Da sempre interessata al mondo della comunicazione digital, ha lavorato anche come addetta stampa e social media manager di organizzazioni pubbliche e private nazionali e internazionali, soprattutto in ambito culturale.

Digital_education

Il mentore digitale per imprenditori immersi nel digitale

/
Competenze digitali e apertura al cambiamento sono la chiave per ...
L'impatto zero non esiste

L’impatto zero non esiste

/
“Sostenibilità” è una parola che si sente spesso, ma non ...
Gioventù senza futuro: perché è (anche) un problema delle aziende

Gioventù senza futuro: perché è (anche) un problema delle aziende

/
Durante la pandemia degli ultimi due anni, si è detto ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano