ducati_lenovo

Tecnologia al servizio della velocità

Apparentemente sono solo ‘adesivi’ sulla carena delle moto. Ma quei loghi nascondono uno dei principali punti di forza del Team Ducati MotoGP. Tanto che dalla stagione 2021, Lenovo – con la casa di Borgo Panigale già dal 2018 in qualità di sponsor – è diventato Title Partner (l’accordo ha la durata di tre anni). E da qui il nuovo nome: “Ducati Lenovo Team”. L’annuncio è stato comunicato durante la presentazione della stagione 2021 di Ducati avvenuta il 9 febbraio 2020, le cui moto – dopo la vittoria del Mondiale Costruttori 2021 – sono ora nelle mani di Jack Miller e Pecco Bagnaia, giovani piloti di talento.

Nell’era della digitalizzazione, da commodity le tecnologie si sono trasformate nella leva con cui costruire il successo. In particolare nelle corse motociclistiche – ma vale anche per le moto da strada – l’adozione di algoritmi e di tecnologia sempre più performante può fare la differenza. Soprattutto se, come spiegato dai tecnici Ducati, sulla moto sono presenti circa 50 sensori che inviano in continuazione dati alla centralina e ci sono pochi minuti a disposizione per scaricare e analizzare le informazioni.

Per questo Lenovo ha messo a disposizione le più innovative tecnologie hardware nella gestione dei progetti di Data analytics, Intelligenza Artificiale (AI) e di soluzioni software avanzate nel settore delle corse motociclistiche, potenziando la partnership che dal 2018 consente a ingegneri e progettisti di Ducati la rapida adozione di soluzioni per ottenere maggiore velocità e prestazioni, in modo più smart.

Il mercato globale del motorsport dovrebbe continuare a crescere del 10% annuo fino al 2025, in parte spinto dal ruolo che l’IT sta assumendo in un mondo, come quello delle competizioni su due ruote, sempre più basato sull’utilizzo dei dati”, ha dichiarato Luca Rossi, Senior Vice President di Lenovo.

Siamo un incubatore tecnologico avanzato in continua evoluzione dove vengono testati i materiali più sofisticati, i metodi di progettazione più innovativi e dove facciamo crescere i giovani ingegneri, allo scopo di fornire ai nostri clienti moto sempre allo stato dell’arte per quanto riguarda la tecnologia e l’emozionalità d’uso”, ha commentato Claudio Domenicali, CEO di Ducati Motor Holding a margine della presentazione della nuova stagione di MotoGp.

Supporto dentro e fuori la pista

Quella tra Lenovo e Ducati è una partnership anche a livello di valori aziendali. Entrambi i brand condividono l’attenzione per la velocità, le prestazioni e l’innovazione. Da qui la scelta di potenziare la relazione che in particolare garantisce al leader tecnologico a livello globale ulteriore visibilità internazionale attraverso un brand noto come l’espressione più pura di tecnologia, design e passione per il motorsport. Partnership che nel 2020 ha visto le due aziende portare sul mercato dispositivi co-branded con elementi visivi Ducati Corse pensati per i più appassionati tifosi della Rossa di Borgo Panigale.

Come già avviene dal 2018, Lenovo continua a offrire con i suoi Pc diversi vantaggi competitivi tecnologici ai piloti, alle moto e ai motori. Vanno in questo senso i progetti di Data analytics e le simulazioni svolte nella MotoGP che utilizzano i server Lenovo per elaborare e analizzare i dati alla fonte fornendo la potenza di calcolo con la quale gli ingegneri Ducati possono tracciare le simulazioni con l’AI e il Machine learning in modo da sviluppare strategie in pista sempre più sicure, compresa una migliore gestione dell’usura degli pneumatici. Al servizio delle modellazioni aerodinamiche e fluidodinamiche a velocità di gara è il cluster HPC (high-performance computing).

Lenovo è al fianco anche dei tecnici che utilizzano le workstation portatili per raccogliere e analizzare i dati direttamente dalle moto. E la tecnologia è al servizio degli ingegneri anche per simulare possibili configurazioni delle moto, migliorando del 25% l’efficienza e riducendo del 35% il tempo necessario a prendere decisioni.

Una novità riguarda, invece, l’obiettivo di abilitare spazi di lavoro da remoto sempre più smart in termini di prestazioni e collaboration, con maggiore attenzione a velocità, flessibilità e mobilità. I due brand stanno sviluppando piani di ricerca e sviluppo per implementare una soluzione di Virtual Desk Infrastructure (VDI) che fornisca livelli di prestazioni costantemente elevati per i tecnici di Ducati che lavorano da remoto. Inoltre, si stanno esplorando tecnologie di realtà aumentata e virtuale (AR/VR) per i meccanici che lavorano sulle moto.

La missione di Lenovo è focalizzata verso una trasformazione intelligente e, grazie alla nostra integrazione tecnologica, non vediamo l’ora di supportare la squadra corse Ducati per aumentare ulteriormente la sua competitività nel MotoGP negli anni a venire”, ha concluso Rossi.

tecnologie, Intelligenza artificiale, Lenovo, Ducati, simulazioni

Il MES alleato per gestire la complessità dei processi produttivi

Il MES alleato per gestire la complessità dei processi produttivi

/
In uno scenario di competizione globale, acuita dalla pandemia, le ...
Il cloub ibrido accelera la digital transformation del Finance

Il cloub ibrido accelera la digital transformation del Finance

/
Tra le soluzioni tecnologiche più impattanti nel settore finanziario si ...
La Logistica si affida al digitale

La Logistica si affida al digitale

/
Grazie (anche) al lockdown e al boom dell’ecommerce, nell’ultimo anno ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano