Digitalizzazione: la rivoluzione che non conosce confini geografici

Il ventennio che si è aperto ci vede tutti nel vortice della nuova onda della rivoluzione digitale, a confronto della quale le innovazioni e le trasformazioni della fine del Novecento sembrano poco più che premesse. Il balzo che stiamo compiendo passa attraverso una discontinuità tecnologica radicale, fatta di rotture e di sperimentazioni a tutto campo, i cui effetti ricadono a pioggia su economia e politica, società e cultura. Lo sostiene Luca Tomassini, accademico italiano, Fondatore, Presidente e Amministratore delegato del Gruppo Vetrya, nel libro Il grande salto. L’uomo, il digitale e la più importante evoluzione della nostra storia, edito da Luiss University Press. La chiave interpretativa del passaggio storico che stiamo vivendo è proprio questa dimensione di sistema della discontinuità tecnologica, fatta di strette interdipendenze: per esempio, tra Intelligenza Artificiale (AI) e l’Internet of Things (Iot), o tra il 5G e la cognitive automation che ridisegna la robotica nelle fabbriche e più in generale nei processi produttivi”, si legge nel testo.

L’impatto della tecnologia e le sue possibilità

Considerando il futuro come possibilità d’incroci e rinascite, in ambito industriale ed economico ma anche politico e morale, epistemologico e culturale, Tomassini si domanda come potremo essere all’altezza delle sfide che si profilano all’orizzonte. Perché siamo davanti a una nuova convergenza, di portata simile a quella che alcuni decenni fa portò all’integrazione tra communication technology e computing, dando vita a Internet. Gli elementi della nuova convergenza, nei quali si accumulano salti tecnologici, sono lo sviluppo dei supercomputer e dei computer quantistici, che promettono una potenza di calcolo su una scala radicalmente più elevata; le reti neurali e il deep learning, che spalancano nuovi orizzonti all’AI; l’Iot; la cognitive automation e le interfacce tra uomo e macchina; il 5G, che tutto connette e mette a sistema.

Se quindi Internet, AI e Machine learning hanno determinato nuovi modi di agire, sperimentare, innovare e pensare, l’imminente avvento del 5G offrirà molteplici possibilità di sviluppo in settori cruciali quali lavoro, scuola e medicina. Con uno sguardo al passato e fiducia nel mondo che verrà, l’autore fa un’analisi dell’impatto che la tecnologia esercita su stili di vita, benessere e salute del pianeta, teorizzando una mutazione, un salto evolutivo che per la prima volta nella storia dell’umanità non conosce confini geografici, politici o ideologici: con il digitale è già possibile dar vita a una nuova rivoluzione in tutti i campi del sapere e dell’agire umano. “Il libro di Luca Tomassini è manifesto di una chiamata alle armi di cultura e impresa, leva che dovrebbe smuovere politica, media, società civile, scuola”, scrive il giornalista Gianni Riotta nella prefazione al libro.

rivoluzione digitale, deep learning, luca tomassini, Il grande salto


Elisa Marasca

Elisa Marasca è giornalista professionista e consulente di comunicazione. Laureata in Lettere Moderne all’Università di Pisa, ha conseguito il diploma post lauream presso la Scuola di Giornalismo Massimo Baldini dell’Università Luiss e ha poi ottenuto la laurea magistrale in Storia dell’arte presso l’Università di Urbino. Nel suo percorso di giornalista si è occupata prevalentemente di temi ambientali, sociali, artistici e di innovazione tecnologica. Da sempre interessata al mondo della comunicazione digital, ha lavorato anche come addetta stampa e social media manager di organizzazioni pubbliche e private nazionali e internazionali, soprattutto in ambito culturale.

italcementi_PdM

HeidelbergCement-Italcementi, quando il prodotto non è solo materiale

/
Con il cemento edifichiamo case, ponti, dighe. Ma non è ...
Pagare per lavorare in Remote working

Pagare per lavorare in Remote working

/
La proposta della Deutsche Bank: una tassa del 5% su ...
Le nove competenze utili per avere successo

Le nove competenze utili per avere successo

/
Sono state scritte migliaia di pagine sulla leadership contemporanea, ma ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

2019 © ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano