Tornano le offerte di lavoro

La ripresa in Italia è ancora lontana. Secondo i dati Unioncamere, ad aprile 2021 sono 305mila le assunzioni programmate dalle imprese, un dato che sale a 984mila nel trimestre fino a giugno. Se il confronto con il mese precedente è appena positivo (+14mila contratti, 4,7%), quello con il 2019 è disastroso: le aziende assumeranno 110mila persone in meno (-26,4%) rispetto al periodo pre-pandemia. Per vedere un trend positivo, bisogna guardare oltre Manica.

Dopo i vaccini e le riaperture, in Inghilterra tornano a crescere le offerte di lavoro. Ancora una volta Londra guida la ripresa dopo il periodo di emergenza Covid: ad aprile 2021 nel Regno Unito il numero di offerte di lavoro pubblicate online è tornato per la prima volta sopra i livelli pre pandemia.

Secondo i dati raccolti dal sito di offerte di lavoro Adzuna e pubblicati dall’Office for national statistics, il numero di post ha toccato il punto più alto mai raggiunto a partire da maggio 2020, quando il Governo di Boris Johnson impose il primo lockdown nazionale. L’incremento maggiore si è riscontrato nel settore legale e nel mercato dei catering e delle strutture di accoglienza. La Scozia e Londra, che ha sopportato la più alta perdita di posti di lavoro durante la pandemia, hanno visto la crescita più alta del volume di offerte postate online.

Il supporto all’occupazione è stato l’obiettivo principale delle politiche messe in campo dal Ministro dell’Economia inglese Rishi Sunak nel corso di tutto l’ultimo anno. Il Cancelliere dello Scacchiere ha più volte prolungato Cassa integrazione e sostegni alle attività rimaste chiuse a causa dell’emergenza sanitaria. Il tasso di disoccupazione ha continuato a crescere fino a gennaio 2021, ma il numero di buste paga erogate è migliorato già a partire da dicembre 2020, nonostante un terzo lockdown.

Con pub e ristoranti già aperti, il Regno Unito si aspetta di tornare a una situazione di normalità il 21 giugno 2021. Il 17 maggio è destinato ad arrivare il via libera anche per le strutture ricettive al chiuso. E ad aprile le prenotazioni nei ristoranti sono schizzate del 79% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Fonte: Bloomberg


Giorgia Pacino

Articolo a cura di

Giornalista professionista dal 2018, da 10 anni collabora con testate locali e nazionali, tra carta stampata, online e tivù. Ha scritto per il Giornale di Sicilia e la tivù locale Tgs, per Mediaset, CorCom - Corriere delle Comunicazioni e La Repubblica. Da marzo 2019 collabora con la casa editrice ESTE. Negli anni si è occupata di cronaca, cultura, economia, digitale e innovazione. Nata a Palermo, è laureata in Giurisprudenza. Ha frequentato il Master in Giornalismo politico-economico e informazione multimediale alla Business School de Il Sole 24 Ore e la Scuola superiore di Giornalismo “Massimo Baldini” all’Università Luiss Guido Carli.

Oltre la catena di montaggio, una nuova produzione è possibile

Oltre la catena di montaggio, una nuova produzione è possibile

/
La promessa è ambiziosa: rimpiazzare la tradizionale catena di montaggio, ...
Genitore a tempo pieno diventa un job title (su LinkedIn)

Genitore a tempo pieno diventa un job title (su LinkedIn)

/
Niente più ‘buchi’ sul curriculum. LinkedIn ha annunciato l’intenzione di ...
Pnrr, l’ultima chiamata per la ripresa dell’Italia

Pnrr, l’ultima chiamata per la ripresa dell’Italia

/
Oltre 270 pagine, quattro sfide, sei missioni, 221,1 miliardi di ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano