Alliance

Zucchetti, alleanze di valore per innovare e ampliare l’offerta

Innovazione e capacità di anticipare nuovi trend. Sviluppare collaborazioni è sempre più cruciale nell’ottica di adeguare i modelli di business a uno scenario dinamico e complesso. In particolare, l’offerta di soluzioni per le Risorse Umane è in espansione perché nelle aziende e nelle organizzazioni il valore delle persone ha assunto un ruolo cruciale, aspetto dovuto anche al particolare periodo storico che stiamo attraversando e che ha imposto la necessità di digitalizzare nuovi processi in ambito HR.

In quest’ottica, Zucchetti – prima software house italiana che offre soluzioni e servizi per aziende, banche, associazioni di categoria, professionisti e Pubblica amministrazione – ha deciso di lanciare il nuovo progetto “Zucchetti HR Alliance”, partito a inizio 2022 e che si basa sui principi di innovazione distribuita con il ricorso anche a idee esterne, con l’obiettivo di intraprendere nuovi percorsi di collaborazione e ricercare partnership di valore. È una ‘palestra’ di Open Innovation: così la definisce Luca Stella, Innovation Manager Business Unit HR di Zucchetti. “Si tratta di un paradigma per creare alleanze specifiche e strutturate con realtà diverse, con l’obiettivo di rispondere velocemente a nuove esigenze nate nel ‘never normal’ estendendo ulteriormente l’offerta Zucchetti HR”, spiega il manager.

L’offerta di Zucchetti in ambito HR è già costituita da quattro piattaforme che danno la possibilità di gestire diversi target di mercato, con una copertura a tutto tondo dei processi digitali della Direzione del Personale (HCM, Mobility, Safety & security, Cost & planning, Workspace, Time management e payroll). Il motivo per cui è nato il nuovo programma è proprio quello di estendere le soluzioni dal punto di vista funzionale. “Negli anni non ci siamo mai ‘chiusi’ internamente, perché l’accelerazione dei processi digitali pone sempre più esigenze verticali; per rispondere all’attuale scenario, servono soluzioni ed expertise specifiche. È per questo che abbiamo affiancato alla nostra strategia di acquisizioni ormai ben nota, il nuovo programma Zucchetti HR Alliance nell’ottica di dare risposte concrete ai nostri clienti su temi nati in questo periodo di grandi cambiamenti”, racconta Stella.

Un’esperienza unica e integrata

Il programma Zucchetti HR Alliance vuole così distinguersi con alleanze che durino nel tempo e arricchiscano le proposte già in essere. “L’azienda che entra a far parte del network sottoscrive un accordo di collaborazione”, continua Stella. All’interno del programma, dunque, entrano le aziende che portano competenze aggiuntive alla piattaforma, perché, per esempio, innovativa o verticale su temi specifici, ma aderendo ai valori di Zucchetti, quali la continua innovazione, l’ascolto del cliente, nonché l’integrazione tecnologica delle soluzioni applicative.

Lo scopo di questa attività, come rivela Stella è duplice: “Il primo si può definire ‘tattico’ e consiste nel generare nuove attività e opportunità di business congiunto”. Poi, c’è il ‘ritorno’ intangibile, che si traduce nel creare relazioni di valore. Spiega il manager: “Nel programma ci sono le startup, ma sono presenti anche imprese più strutturate che hanno già un brand conosciuto sul mercato; in questo modo si riconoscono quelle con maggior esperienza e si velocizzano le opportunità di business”.

Raccontando l’iniziativa, Stella spiega che i soggetti che entrano nel modello, negli oneri devono garantire l’integrazione tecnologica nell’ottica di favorire un’esperienza unica e integrata ai clienti. “Non si tratta di una semplice collaborazione commerciale, ma con questo programma diamo un’opportunità che va oltre”. Inoltre, l’onboarding è svolto su due fronti: “Sicuramente in prima linea ci sono le imprese che si propongono in autonomia; l’altro canale è quello dello scouting: se notiamo realtà interessanti che possano integrarsi con la nostra offerta, le contattiamo chiedendo la disponibilità e la volontà di aderire”.

Includere un’ampia gamma di competenze

Zucchetti HR Alliance conta già una decina di adesioni. Tra queste: #be con Collabostories (un’App social per il personale); Coltivatori di emozioni (piattaforma di social farming); Centro sicurezza medicina del lavoro (CSM, per i servizi di medicina del lavoro); Game2value (l’HR Tech dei videogiochi); iGenius (si occupa di HR Data driven); Lifeed (per le soft skill e il work-life balance); Pedevilla (ristorazione aziendale di qualità); Sygmund (supporto psicologico ai lavoratori); Soldo (pagamenti in mobilità). “C’è interesse nell’aderire a questo modello e questo mette in luce gli investimenti che Zucchetti sta mettendo in campo per le nuove alleanze e per garantire la continua innovazione proprio nel segno della open innovation”, conclude Stella.

innovazione, zucchetti, open innovation, HR Alliance, Luca Stella


Avatar

Federica Biffi

Laureata magistrale in Comunicazione, Informazione, editoria, classe di laurea in Informazione e sistemi editoriali, Federica Biffi ha seguito corsi di storytelling, scrittura, narrazione. È appassionata di cinema e si interessa a tematiche riguardanti la sostenibilità, l'uguaglianza, l'inclusion e la diversity, anche in ambito digital e social, contribuendo a contenuti in siti web. Ha lavorato nell'ambito della comunicazione e collabora con la casa editrice ESTE come editor e redattrice.

Mentoring

Trattenere i talenti con il mentoring

/
Puntare sulla trasmissione efficace di competenze tra figure senior e ...
Misurazione_performance

Per crescere serve misurare le performance dei dipendenti

/
Il monitoraggio di parametri precisi, che possano misurare in modo ...
Skill

Se mi controlli allora non hai più fiducia

/
Con la rapida diffusione del lavoro agile – in particolare ...

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano