Categoria: Welfare aziendale

Welfare aziendale

smart_working_mistubishi.jpg

Smart working tra benefici e criticità, la ‘prova sul campo’ di Mitsubishi

Lo Smart working è sempre più diffuso nelle aziende italiane, non solo grandi, ma anche in quelle di piccole e di medie dimensioni. I cambiamenti sociali e culturali in atto nella nostra epoca stanno incidendo direttamente sui modelli organizzativi aziendali, nella direzione di una sempre maggiore attenzione al work-life balance dei dipendenti. L’esigenza, da un lato, di combinare tempi e spazi...

Continua a leggere

wefare_sostenibile

Welfare aziendale, la sostenibilità oltre il profitto

Era il 2016 quando Luca Pesenti, Professore Associato di Sociologia generale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, scrisse il volume Il welfare in azienda – imprese ‘smart’ e benessere dei lavoratori (Vita e pensiero, 20192). Era l’anno cruciale delle novità fiscali apportate dalla legge di Stabilità. Da allora la norma non è più cambiata, in compenso il welfare aziendale ha fatto...

Continua a leggere

retribuzione_variabile.jpg

Retribuzione variabile e welfare, serve un dialogo più costruttivo

Il sistema premiante è uno strumento per valutare la prestazione di una persona o di un gruppo incentivato a raggiungere e superare determinati obiettivi: i premi possono essere retributivi o di altro tipo, elargiti in varie modalità. Dai risultati sintetizzati nell’infografica –realizzata coinvolgendo quasi 200 HR Manager del network ESTE– emerge che quasi tutti gli intervistati (87,7%) hanno risposto...

Continua a leggere

Nuove alleanze per un welfare in trasformazione

Aziende, parti sociali ed enti del Terzo settore hanno un ruolo sempre più importante nell’ambito del welfare. A più livelli si stanno sperimentando sinergie e alleanze inedite tra attori privati, profit e non profit, per affrontare alcuni bisogni sociali. Per vincere le sfide socio-demografiche, però, il protagonismo dei corpi intermedi deve continuare a rafforzarsi. Sono questi alcuni dei...

Continua a leggere

Smart_working_Cassina.jpg

Smart working è produttività, i dipendenti ‘agili’ sono più ingaggiati ed efficienti

Altro che strumento di conciliazione vita-lavoro: lo Smart working è una leva per favorire all’interno delle aziende nuovi modelli organizzativi e nuove dinamiche. Allo stesso tempo, permette a ciascun lavoratore di svolgere la propria attività al meglio, aumentando così engagement e produttività. Oggi in Italia si contano circa 600mila ‘Smart worker’ e la possibilità di rientrare in questa platea...

Continua a leggere

disconnessione_responsabilita.jpg

La disconnessione è un diritto, ma serve senso di responsabilità

La prima a parlare –e a legiferare– sul principio di disconnessione è stata la Francia, da sempre all’avanguardia in tema di diritti dei lavoratori. Era il 2016, e la Loi du Travail (legge del lavoro), entrata poi in vigore nel gennaio 2017, prevedeva che le aziende con un numero di collaboratori superiore a 50 si accordassero con i sindacati per decidere le modalità di disconnessione dei propri...

Continua a leggere

Stipendi, formazione e competenze fanno la differenza

I contratti collettivi sono fermi con scatti e aumenti sempre più marginali, ma le soddisfazioni in busta paga arrivano comunque grazie a un aumento di strumenti come premi di produzione, benefit e welfare aziendale. Ma quanto guadagna un operaio? Secondo l’indagine retributiva 2019 (una mappa degli stipendi elaborata dall’Unione Industriale di Torino), la media si attesta a 29.550 euro...

Continua a leggere

Amorim_orario.jpg

L’orario (di lavoro) è mio e lo gestisco io

Amorim Cork Italia è la filiale italiana del Gruppo Amorim ed è l’azienda leader nel Paese per la produzione e vendita di tappi in sughero. Fondata nel 1999, a partire da una partnership con un’azienda che operava nel mercato dal 1970, l’impresa sorge nel cuore dei colli trevigiani e impiega circa 50 persone, tra uffici amministrativi e produzione. Recentemente è salita agli onori della cronaca...

Continua a leggere

Azienda colleghi risorse umane

Perché il ‘Ben-essere’ è diverso dal benessere

Il ‘ben-essere’ non è il benessere. Tra la parola composta e il sostantivo oggi più abusato, e volentieri espresso in business english con il termine “wellbeing”, intercorre la stessa differenza che c’è tra essere e avere. Sì, perché lo star bene all’interno di un’organizzazione è uno stato della mente, un modo felice di vivere il proprio lavoro e la relazione con il contesto in cui si svolge. ...

Continua a leggere

Workshop_sostenibilia_etica.jpg

Se i vertici non ascoltano la base, i rischi del welfare paternalistico

La letteratura manageriale in materia di welfare aziendale e di Smart working è ormai sconfinata. E la gran parte di quella stessa letteratura innalza inni e lodi alle esperienze di rimodulazione della prestazione lavorativa ispirate alla flessibilità organizzativa e all’autogoverno del tempo professionale. Tuttavia sono ancora troppo rari gli studi scientifici sul campo che misurano gli effettivi...

Continua a leggere

Il benessere è una convergenza di interessi tra persone e aziende

Aziende e dipendenti hanno obiettivi differenti, ma le esigenze dell’uno e dell’altro possono essere soddisfatte grazie alla salute del dipendente. Per poter creare benessere nei propri lavoratori però, non sono sufficienti benefit e premi di risultato, è necessario che il luogo di lavoro stesso sia orientato alla cura. Dai complementi d’arredo alla mensa – se presente – tutto deve ruotare attorno...

Continua a leggere

  • 1
  • 3
  • 4

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano