Tag: burnout

burnout

Burnout, chi rischia di più è l’HR

Sempre più Responsabili delle Risorse Umane sono a rischio burnout. Secondo uno studio realizzato da Workvivo, società che fornisce tecnologie per il settore HR, il 98% dei manager dell’area HR soffre di stress causato dal lavoro; a ciò si aggiunge il fatto che il 53% si sente sopraffatto dagli impegni lavorativi e il 42% sta lottando contro un esaurimento nervoso. Per capire come contrastare al...

Continua a leggere

Feedback

I feedback positivi fanno bene all’ego (e alla retention)

Le imprese Usa perdono circa 20 milioni di dollari ogni 10mila collaboratori a causa di un ambiente di lavoro stressante, che genera lo stato di burnout. A dirlo è uno studio realizzato dalla società di ricerca Gallup condotto su oltre 12mila persone: la ricerca, citata in un articolo della testata HR Drive, evidenzia, però, che per arginare il fenomeno sarebbe necessario che i manager fornissero,...

Continua a leggere

Lavoro_demotivazione

Siamo uomini o lavoratori?

Dopo la pandemia molte persone hanno deciso di dedicarsi maggiormente alla loro vita privata, facendo il minimo indispensabile in ufficio. Questo fenomeno è stato definito “quiet quitting”, ovvero abbandono silenzioso e ha trovato un’efficace cassa di risonanza sulla piattaforma social Tik Tok, come si legge in un’analisi proposta dalla Bbc. In un video pubblicato dall’emittente britannica e postato...

Continua a leggere

Insoddisfazione

Insoddisfatti cronici, trattenerli o lasciarli andare?

Ascolto, analisi dei feedback e offerta di nuovi stimoli formativi. Queste sono solo alcune delle strategie a disposizione delle imprese per trattenere i talenti che sempre più frequentemente abbandonano il posto di lavoro perché insoddisfatti. A sottolinearlo è Hrexecutive.com, che ha analizzato come le dimissioni sono in continua crescita, almeno negli Usa: da aprile 2021, infatti, sono circa...

Continua a leggere

giovani burnout

Giovani e già in burnout

Sempre più giovani lavoratori segnalano sentimenti di esaurimento, il cosiddetto burnout. Un sondaggio del 2021 di Indeed, sito dedicato alle offerte di lavoro, ha mostrato che i Millennial e la Generazione Z hanno registrato tassi più alti di questo disturbo rispetto alle altre categorie di lavoratori, rispettivamente il 59% e il 58% (di contro al 54% della Generazione X e al 31% dei Baby Boomer)....

Continua a leggere

Puoi amare il lavoro, ma lui non ti ama

“Fa’ ciò che ami, e non lavorerai nemmeno un giorno in vita tua”: quante volte abbiamo sentito questo slogan, che ha mosso le nostre vite alla ricerca dell’incarico dei sogni? Peccato che in quella frase di Confucio rischia di nascondersi la ricetta per lo sfruttamento, un programma in codice per una nuova tirannia del lavoro che abbiamo accolto felici, convinti che le attività lavorative...

Continua a leggere

Felicità

Alla ricerca della felicità (anche nel lavoro)

Realizzare i propri desideri è diventata una prerogativa delle persone, tanto in ambito personale quanto in quello lavorativo. In particolare sono i Millennial (la generazione dei nati tra il 1981 e il 1996) a inseguire questo obiettivo, i quali ricercano meno stress, più flessibilità, ma anche opportunità di crescita e carriera. Lo hanno evidenziato i dati 2022 dell’Associazione Ricerca felicità,...

Continua a leggere

Smart working mind: strategie e opportunità del lavoro agile

Quali sono le strategie per tenere a freno la propensione alla distrazione umana e per incrementare il controllo dell’attenzione lavorando da remoto? Come evitare il burnout nell’epoca dell’economia della (poca) attenzione? Nicola De Pisapia, Assistant Professor di Psicobiologia e Psicologia Fisiologica all’Università di Trento, risponde a queste domande come coautore del libro Smart working...

Continua a leggere

Smart working

Qui giace, lavoro

“Demotivante e poco coinvolgente: perché non ci piace più lavorare?”. “Meglio il lavoro ibrido che l’aumento di salario”. O, ancora: “Ritorno in ufficio: potremo sorridere di quel che ci mette a disagio nel rincontrare gli altri?”. Sono solo alcuni dei titoli degli articoli in cui mi sono imbattuta in tempi recenti. Dopo il trend topic delle Great resignation, prosegue un’onda lunga tragico-informativa...

Continua a leggere

carico di lavoro

Il lato oscuro della settimana corta: stesso carico di lavoro in meno giorni

Da quando la pandemia ha portato cambiamenti senza precedenti, nel mondo del lavoro si è discusso molto sulla settimana lavorativa di quattro giorni. Lo ha ricordato la Bbc, riportando quanto emerso di recente da studi e dibattiti basati sulle esperienze di chi l’ha sperimentata. I primi risultati, ha fatto notare l’emittente britannica, suggeriscono che i potenziali benefici includono un migliore...

Continua a leggere

Superlavoro

Perché accettiamo il culto del superlavoro?

Sebbene molti di noi associno il superlavoro agli Anni 80 e all’industria finanziaria, la tendenza a esaltare la cultura delle lunghe ore di lavoro è ancora pervasiva e si sta espandendo in più settori e professioni. Alcuni recenti studi proposti dalla Bbc indicano che i lavoratori di tutto il mondo stanno facendo una media di 9,2 ore di straordinario non retribuito a settimana, rispetto alle 7,3...

Continua a leggere

Dimissioni

Yolo economy e Great resignation: perché le persone cambiano posto di lavoro

Due sono gli eventi che indicano come il lavoro cambierà nei prossimi anni: da un lato il consolidarsi del trend di un lavoro asincrono, da remoto, all’insegna della Yolo economy (You only live once, teorizzata da Kevin Roose, esperto di innovazione nell’articolo pubblicato il 22 aprile 2021 dal The New York Times e dal titolo “Welcome to the Yolo economy”) e della “The Great resignation” che rappresenta...

Continua a leggere

  • 1
  • 2

Via Cagliero, 23 - 20125 Milano
TEL: 02 91 43 44 00 - FAX: 02 91 43 44 24
EMAIL: redazione.pdm@este.it - P.I. 00729910158

© ESTE Srl - Via Cagliero, 23 - 20125 Milano